Flexitarian, la dieta dei vegetariani flessibili

In principio c’erano i vegetariani, successivamente vennero i vegani: da lì è stato un susseguirsi incessante di stili alimentari più o meno corretti. Dai fruttariani ai pescetariani, passando per i crudisti, i pollotariani, gli stagionalisti arrivando fino a quelli che abbracciano la teoria del locavorismo, ovvero una dieta che prevede l’utilizzo di alimenti prodotti e lavorati in un raggio di 200 km da dove si vive, la lista delle filosofie alimentari si è fatta sempre più fitta e variegata. Tra questi regimi dietetici ce n’è uno che, nonostante alcune restrizioni, sta prendendo sempre più piede e che sembrerebbe apportare diversi benefici all’organismo: la dieta flexitarian.

La dieta Flexitarian, ricette, info, stile di vita

Gwyneth Paltrow e la dieta flexitarian

La parola flexitarian deriva da due termini inglesi: da una parte flexible, che significa flessibile, e dall’altra vegetarian, ossia vegetariano. Parliamo quindi di un regime alimentare che sposa in pieno la filosofia vegetariana, con un gran utilizzo quindi di frutta, verdura, legumi e cereali, senza però escludere totalmente gli alimenti di origine animale e, di conseguenza, tutte quelle persone che intendono adottare un’alimentazione con meno privazioni.

Nata negli Stati Uniti, la dieta flexitarian si è affermata come regime dietetico di molte persone attente alla propria alimentazione ed ha avuto particolare fortuna grazie alla sponsorizzazione da parte di celebrities del calibro di Gwyneth Paltrow. L’attrice americana è apparsa meno sul grande schermo, privilegiando altre attività con le quali si è fatta promotrice di uno stile di vita sano ed equilibrato, soprattutto tramite il suo portale Goop, celebre sito di lifestyle dove la Paltrow dispensa consigli di vario genere, dalla cura di sé all’alimentazione.

About Beauty, la dieta Flexitarian, ricette, info, stile di vita - Gwyneth Paltrow

Il programma alimentare della dieta Flexitarian

Ma in cosa consiste precisamente questo regime alimentare? Fondato dalla dietologa nutrizionista Dawn Jackson Blatner, la flexitarian diet prevede l’utilizzo di cinque gruppi alimentari:

  • la cosiddetta nuova carne, ovvero fagioli, lenticchie, piselli, uova, semi e tofu;
  • frutta e verdura;
  • cereali non raffinati, che apportano una maggiore quantità di fibre rispetto alle versioni raffinate;
  • prodotti caseari ricchi di calcio, vitamine del gruppo B e vitamina A;
  • spezie e zuccheri (potrete utilizzare erbe essiccate per insaporire i vostri piatti o dolcificanti naturali come l’agave o il miele).

Gli appuntamenti quotidiani da rispettare sono cinque: una colazione da 300 calorie, un pranzo da 400 e una cena da 500 a cui si aggiungono due snack da 150 calorie ciascuno, così da ottenere un totale di circa 1.500 calorie al giorno.

L’introduzione degli alimenti di origine animale è invece graduale:

  • chi si avvicina la prima volta a questa dieta dovrebbe astenersi dal mangiare carne e pesce per due giorni introducendo nel resto della settimana un massimo di 700 gr di proteine animali;
  • le persone con un medio livello di esperienza con questo regime dietetico dovrebbero evitare questi alimenti per tre-quattro giorni mangiando un massimo di 500 gr a settimana tra prodotti ittici e carni;
  • infine, gli esperti non dovrebbero cibarsi di carne per cinque giorni, consumando circa 250 gr di alimenti di origine animale alla settimana.

La dieta Flexitarian, ricette, info, stile di vita

Nel libro “The Flexitarian Diet: The Mostly Vegetarian Way to Lose Weight, Be Healthier, Prevent Disease and Add Years to Your Life”, la Blatner propone una serie di consigli alimentari molto interessanti, dai tutorial su come cucinare al meglio il tofu a varie ricette che vedono protagonisti i legumi e il modo migliore per esaltare i loro specifici sapori. Il libro comincia con un quiz che esamina tre fattori nutrizionali:

  • le preferenze alimentari;
  • lo stile alimentare attuale del lettore e se esso apporta degli eccessi o delle carenze alimentari;
  • le abitudini nutrizionali che si vogliono maggiormente cambiare.

In questo modo i lettori acquisiranno una maggiore consapevolezza dell’argomento fino al punto da far proprio questo regime dietetico.

Inoltre, il libro contiene una serie di ricette molto semplici da preparare, in grado di apportare notevoli benefici all’organismo: dal muesli con miele, pere e mandorle della colazione all’insalata di bietole e formaggio di capra a pranzo fino ad un piatto di patate e cavoletti di Bruxelles a cena, passando per spuntini come uno yogurt magro con sciroppo d’acero o una crêpe condita con pesche e ribes.

La dieta Flexitarian, ricette, info, stile di vita

Questa dieta si presenta quindi come un regime alimentare variegato e ben bilanciato. Non viene escluso nessun gruppo alimentare specifico (eccezion fatta per gli alcolici, che sono banditi) in modo tale da evitare carenze di gruppi vitaminici, come la vitamina B12, di cui sono carenti le diete vegetariane, o sali minerali come il ferro, il calcio o lo iodio.

Forse non sapevate che…

…la vitamina B12, chiamata anche cianocobalamina, è utilissima al corpo umano per la sua preziosa azione antianemica e perché apporta notevoli benefici al sistema nervoso. Essa si trova principalmente in alimenti come il latte, le uova, le cozze, le sardine e il fegato di bovino.

Credits per le immagini: www.modernwellnessguide.com – www.fashiontimes.it – www.thestar.com – www-jamiecooksitup.net – www.huffingtonpost.co.uk

Aspetta, abbiamo altre cose belle per te!

Raffaele Pianese
Mostra profilo completo

Napoletano d'origine, milanese d'adozione: nel 2013 lascia il suo assolato Sud per trasferirsi nel capoluogo lombardo. Da sempre curioso nei confronti di qualsiasi forma di creatività e di arte, dalla scrittura alla cucina passando per la moda e il cinema, arrivando fino alla fotografia, alla musica e ai videogiochi; cerca di coltivare ogni sua passione e di scoprirne sempre di nuove. Da quando ha cominciato a vivere da solo si è avvicinato al mondo dell'healthy e del mangiar sano; ritiene che il benessere e la bellezza si conquistino e si preservino a tavola. Il motto che contraddistingue il suo stile di vita è: "La creatività non è altro che l'intelligenza che si diverte".

Cosa ne pensi?

Lascia un commento

Entra nel mondo AB!
Nome e Cognome (obbligatorio)
Data di nascita
Telefono
Città di residenza
Vuoi ricevere sconti, promo e offerte esclusive? (obbligatorio)
Reset Password